Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Femminicidi: 'il fenomeno si sconfigge solo facendo squadra'

scarpe rosse.jpg

La presidente della Commissione regionale per le pari opportunità toscana Basanieri si unisce all’appello di Telefono Rosa indirizzato al presidente Mattarella

La presidente della Commissione regionale per le pari opportunità Basanieri si unisce all’appello di Telefono Rosa indirizzato al presidente Mattarella. "Scuola, media, società civile, operatori della giustizia possono e devono unirsi per muoversi nella stessa direzione". 

"Mi associo all'appello fatto dalla presidente di Telefono Rosa sul tenere alta l'attenzione rispetto alla violenza contro le donne di cui le cronache sono piene ogni giorno dell'anno. Possiamo sconfiggere questo terribile fenomeno solo se facciamo squadra e se il sistema paese si muove nella stessa direzione". Così Francesca Basanieri, presidente della Commissione regionale per le pari opportunità della Toscana, letto l’appello (in pubblicazione su Famiglia Cristiana il 2 giugno) di Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, rivolto direttamente presidente della Repubblica Sergio Mattarella per “invertire la rotta e rompere il silenzio sulla violenza contro le donne”.

Fare squadra, per Basanieri, significa spingere sulla “sensibilizzazione che viene fatta nelle scuole alle bambine e ai bambini. Incontrando i Comuni attraverso il nostro percorso degli Stati Generali – rileva - ci stiamo rendendo conto che sono tanti i progetti e le iniziative messe in campo dalle amministrazioni pubbliche ma se la società, fuori dalla scuola, non è conseguente a quei messaggi di parità e di rispetto nei confronti delle donne a poco valgono gli sforzi e le risorse messe in campo nella lotta agli stereotipi, alla discriminazione e alla violenza”.

La presidente Basanieri crede che un contributo importante lo possano dare anche i media soppesando bene il “linguaggio che usano e i messaggi che veicolano nelle pubblicità o nei social nei confronti delle donne e del loro ruolo all'interno della società”. “Non c’è vera democrazia se c’è discriminazione tra i cittadini” avverte ricordando l’articolo 3 della nostra Costituzione: ‘è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana’.

2 Giugno
Foto: pixabay
Autore
Giada Giacometti

Commenti